Solidarietà: Casa della carità Milano, in un anno aiutate 7mila persone. Colmegna, “organizzazione e professionalità”

Sono oltre 7mila le persone aiutate in un anno e 1.090 accolte, per un totale di 169.991 giorni di ospitalità, il 25% in più dell’anno precedente. Sono alcune delle cifre del Bilancio di sostenibilità della Casa della carità di Milano, il primo della Fondazione a essere asseverato, cioè valutato da un ente esterno, il Centro per l’innovazione e lo sviluppo economico, che ne ha analizzato le procedure di redazione e ne ha verificato la qualità e l’attendibilità delle informazioni. Fra i numeri spiccano i 121 lavoratori, la disponibilità di 116 volontari e il sostegno di 16.322 donatori. Il presidente, don Virginio Colmegna, spiega: “In un momento in cui il no profit è sotto pressione per le tante emergenze da affrontare e per alcuni esempi negativi che generano sfiducia, la strada da percorrere è fatta di organizzazione e professionalità sempre più elevate. In quest’ottica, l’asseverazione del bilancio non è un passaggio burocratico, ma è per noi un primo, importante traguardo. È un modo per dare ancora più valore al nostro impegno, sociale e culturale, verso quella ‘città a misura di sguardo’ che il cardinal Martini ci ha invitato a sognare, immaginare e realizzare ogni giorno”.
Una nota stampa della Fondazione specifica: “Sul fronte sociale, nel 2016 la Fondazione ha visto crescere il numero di persone che hanno chiesto aiuto al suo centro d’ascolto: 2.595, a fronte delle 1.991 del 2015 e le 1.639 del 2014. A questo bisogno crescente, la Casa della carità ha risposto garantendo una doccia e un cambio di vestiti a 4.805 persone, offrendo 2.482 visite mediche e fornendo assistenza legale a 886 persone”. Inoltre, “più di 650 persone sono state seguite dai progetti portati avanti nelle periferie milanesi, tra i quali spiccano 17.650 interventi dei custodi sociali nelle case popolari del Municipio 2” di Milano. Il bilancio economico della Fondazione, per il terzo anno consecutivo, “si è chiuso in positivo: 5.323.178 euro di entrate, 5.317.285 euro di uscite e un avanzo di gestione di 5.893 euro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia