Papa Francesco: udienza, saluta partecipanti alla plenaria della Congregazione per le Chiese orientali

Foto SIR/Marco Calvarese

“Sono lieto di accogliere il prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, il cardinale Leonardo Sandri, e i Membri del Dicastero riuniti a Roma per la Sessione Plenaria, nella ricorrenza del primo centenario di fondazione”. Con queste parole, prima di incontrarli domani in piazza Santa Maria Maggiore, il Papa ha salutato i patriarchi, gli arcivescovi maggiori e tutti coloro che partecipano ai lavori, affidandoli “all’intercessione di San Giovanni XXIII, di cui oggi ricorre la memoria liturgica, affinché la Congregazione per le chiese orientali continui con generosa dedizione il servizio all’Oriente cattolico. Durante i saluti ai fedeli di lingua italiana, Francesco ha salutato tra gli altri i Missionari Verbiti, le Figlie di Maria Ausiliatrice, le Figlie e i Figli di Sant’Anna, la comunità del Seminario Minore San Giovanni XXIII di Montefiascone e “i tanti fedeli provenienti dalle parrocchie e dalle associazioni italiane”. “La visita alle tombe degli apostoli favorisca in tutti voi il senso di appartenenza alla famiglia ecclesiale e stimoli un servizio sempre più generoso e pieno di speranza”, l’auspicio collettivo. Durante il consueto triplice saluto finale ai giovani, agli ammalati e agli sposi novelli, il Papa ha ricordato che “il mese di ottobre è il mese missionario, in cui siamo invitati a pregare la Vergine Maria, Madre delle Missioni: cari giovani, siate missionari di Cristo nei vostri ambienti con la sua stessa misericordia e tenerezza; cari ammalati, offrite la vostra sofferenza per la conversione dei lontani e degli indifferenti; e voi, cari sposi novelli, siate missionari nella vostra famiglia annunciando con l’esempio il Vangelo della salvezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia