Fondazione Lanza: Biagi (segretario generale), “Scuola di bioetica prende spunto da parole Papa in Laudato si'”. Necessari “nuovi stili di vita e cura delle fragilità”

“Lo spunto per la Scuola di bioetica nasce dalle parole di Papa Francesco nell’enciclica Laudato si’, dove parla di ecologia integrale, ovvero di uscire dalla logica individualistica per riconoscere che la vita ha più esperienze, che è superato il modello dell’uomo padrone della Terra e dell’atteggiamento predatorio”. Lo ha spiegato oggi a Padova il segretario generale della Fondazione Lanza, Lorenzo Biagi, in occasione della presentazione della “Scuola di bioetica”, la nuova proposta della Fondazione Lanza, centro di ricerca nel campo dell’etica applicata della diocesi di Padova, e della rivista “Etica per le professioni”. “La nuova visione vuole che l’uomo prenda coscienza del limite e che si autoresponsabilizzi, assumendo stili di vita nuovi e prendendosi cura delle forme di vita più fragili”, ha precisato Biagi. Tra gli ambiti individuati dalla Scuola di bioetica vi sono la questione ambientale, quella legata ai movimenti migratori, la riduzione delle risorse per la sanità, la disgregazione del welfare, la distribuzione delle risorse, le nuove povertà, gli interrogativi ancora aperti di fronte ai temi del nascere, del morire, del soffrire. Il metodo della Scuola prevede un approfondimento dei temi con esperti seguito da laboratori di “apprendimento cooperativo” in cui sviscerare le questioni e elaborare una bozza di soluzione. “La Scuola si rivolge a tutta la società civile – ha concluso Biagi – e in particolare a insegnanti, professori, operatori in ambito sanitario, comitati etici, funzionari pubblici, operatori della comunicazione. Non proponiamo un modello ma un metodo per costruire insieme un’etica rinnovata”. Info: www.eticaperleprofessioni.it

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia