Cardinale Bagnasco: “Una cattiva politica genera mostri”

“Serpeggia una certa sfiducia nella politica, e ciò non è bene né giusto” perché “non si deve dare un giudizio generalizzato se alcuni sbagliano anche gravemente”. Così il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, nel discorso pronunciato il 31 dicembre in occasione del Te Deum. Infatti, “non si può svalutare la politica per definizione” – tanto più che “Papa Paolo VI la definiva come un servizio alto di carità”. Allo stesso modo “non si può demolire un impianto politico se si scoprono limiti e vizi, pur consapevoli che una cattiva politica genera mostri”. Il porporato ha infine ricordato che “la rappresentanza democratica ha scritte in se stessa delle dinamiche proprie che la rendono possibile: gli uomini scrivono le regole per esprimere al meglio tale diritto, affinché la democrazia sia reale. Sanare luoghi e organismi di partecipazione non significa doverli delegittimare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori