Brasile: vescovi, tutti “chiamati a collaborare per costruire una società giusta e pacifica”

In occasione della Giornata mondiale della pace la Conferenza episcopale brasiliana (Cnbb) ha accompagnato il messaggio del Papa con un comunicato incentrato sulla realtà brasiliana, firmato dal cardinale Sergio da Rocha, arcivescovo di Brasilia. “Desiderosi di pace e speranza – si legge -, constatiamo che il popolo brasiliano è laborioso, portatore di onestà, sogna una società fraterna e solidale; è però ferito dalle ingiustizie esistenti ed esprime perplessità per gli scandali che affliggono il nostro paese”.
Ricordando la crisi etica (e in particolare la crescente corruzione), la necessità di costruire un paese giusto e fraterno e di adottare misure eque per superare la crisi economica e i problemi sociali, il messaggio della Cnbb, rivolto a tutti i brasiliani, si afferma che tutti sono “chiamati a collaborare in uno sforzo urgente per costruire una società giusta e pacifica, conservare e difendere l’ordine costituzionale, rifiutando la violenza nelle sue varie forme “. Secondo i vescovi brasiliani, il percorso di speranza e di pace richiede il dialogo, la non violenza ed efficace l’impegno delle istituzioni democratiche.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori