Scuola: Age, 17 miliardi di risparmio se venisse applicato il costo standard

Alla riapertura dell’anno scolastico, il tema del costo della pubblica istruzione si presenta particolarmente caldo. La ricercatrice Suor Anna Monia Alfieri, presidente dell’associazione Fidae Lombardia, membro e coordinatore del Tavolo Permanente sulla Parità, Assessorato Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, ha analizzato nel saggio “Il diritto di apprendere”, di cui è coautrice assieme a Marco Grumo e Maria Chiara Parola, lo scenario italiano, in cui “emerge – afferma – che la spesa dello Stato è molto superiore, anche per la scuola statale, rispetto ad un sistema in cui le scuole paritarie godono di un effettivo riconoscimento di pubblico servizio. Col risultato attuale di un sistema effettivamente discriminatorio fra famiglie abbienti e meno abbienti”. Il saggio analizza il tema del costo standard di sostenibilità per studente del sistema scolastico italiano, condiviso anche dall’A.Ge., l’Associazione che riunisce i genitori di studenti delle scuole italiane. Secondo l’A.Ge., se venisse applicato il sistema del costo standard di sostenibilità per studente avremmo 17 miliardi di risparmio per le casse statali e un sistema di istruzione nazionale davvero plurale, fatto da scuole statali e paritarie, comunque veramente pubbliche. “In un momento così delicato della nostra Nazione – dichiara Fabrizio Azzolini, presidente dell’Associazione – credo, che un simile risparmio sia essenziale e di grande aiuto per tutto il popolo italiano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori