Pellegrinaggio Unitalsi: ieri sera in migliaia alla celebrazione di apertura. Donati due mattoni del varco della Porta santa di San Pietro

(dall’inviato Sir a Lourdes) – Diverse migliaia di unitalsiani hanno partecipato ieri sera alla celebrazione di apertura del pellegrinaggio nazionale dell’Unitalsi a Lourdes, presieduta dal cardinale Angelo Comastri, vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano e arciprete della basilica di San Pietro. Prima della celebrazione eucaristica, nella navata centrale della basilica sotterranea di San Pio X hanno sfilatogli stendardi delle sezioni regionali, accompagnate da alcuni pellegrini le cui storie si legano particolarmente al tema della misericordia. Dopo l’omelia, poi, si sono ricordate le più importanti tragedie recenti: da Aleppo a Bruxelles e a Nizza, l’assassinio di padre Hamel e la persecuzione dei cristiani in Nigeria, il terremoto in Centro Italia e il “cimitero” nel Mediterraneo. Si è pregato per la pace, per l’amore verso i nemici, per l’abbattimento dei muri che separano i popoli, per i sofferenti, per l’accoglienza, accompagnando ogni invocazione con una lampada accesa portata all’altare. Per l’ultima, invece, sono state lette le parole di una preghiera di Madre Teresa, la santa scelta dall’Unitalsi come esempio guida per il pellegrinaggio. Prima della benedizione finale, il card. Comastri ha consegnato due mattoni che chiudevano il varco dove Papa Francesco ha aperto la Porta santa di San Pietro. A riceverli sono stati il rettore del santuario di Lourdes, padre André Cabes, e il presidente nazionale di Unitalsi, Antonio Diella.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori