This content is available in English

Papa Francesco: udienza, “la Chiesa non è soltanto per i buoni, è per tutti, anche per i cattivi”

“Morendo in croce, innocente tra due criminali, Gesù attesta che la salvezza di Dio può raggiungere qualunque uomo in qualunque condizione, anche la più negativa e dolorosa”. Lo ha spiegato il Papa, che nella catechesi dell’udienza generale di oggi ha ribadito che “la salvezza di Dio è per tutti, per tutti, nessuno escluso! Per questo il Giubileo è tempo di grazia e di misericordia per tutti, buoni e cattivi, quelli che sono in salute e quelli che soffrono”. A braccio, poi, Francesco ha menzionato “quella parabola che racconta Gesù sulla festa dello sposalizio di un figlio di un potente della terra, quando gli invitati non hanno voluto andarci. Dice ai suoi servitori: ‘Andate agli incroci dei cammini, chiamate tutti, buoni e cattivi!'”. “Tutti siamo chiamti: buoni e cattivi!”, ha esclamato poi sempre fuor testo: “La Chiesa non è soltanto per i buoni, o per quelli che sembrano buoni o si credono buoni. La Chiesa è per tutti, e anche preferibilmente per i cattivi, perché la Chiesa è misericordia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori