Guardia di Finanza: mons. Marcianò (ordinario militare), “essere uomini di legge significa testimoniarlo ogni giorno”

Il valore della legge e le responsabilità degli uomini di legge. Nella sua omelia tenuta ieri presso la Caserma Sante Laria, a Roma, in occasione della festa di San Matteo patrono della Guardia di Finanza, monsignor Santo Marcianò, ordinario militare in Italia, ha parlato del valore della legge e delle responsabilità degli uomini di legge, sottolineando come “la legge ha un grande valore pedagogico” e che “essere uomini di legge significa testimoniarlo ogni giorno: nel servizio pubblico, nella vita personale e familiare, nel cammino e nel riposo”. Poi, rivolgendosi ai finanzieri, ha evidenziato quanto “il vostro servizio alla legge, cari uomini e donne della Guardia di Finanza, è un servizio alla storia del nostro Paese, alle sue radici antropologiche, al ricordo dello spessore umano, morale e spirituale dei tanti uomini che, nel tempo, hanno fatto l’Italia” ma pure “un servizio alla gente comune, ai cittadini, che da voi si sentono protetti”. E, di conseguenza, “se l’invito alla legalità è rivolto a costoro, prima di tutto riguarda l’uomo di legge”, per questo “non si può essere persone deputate a far osservare le leggi – né tantomeno a elaborarle, proporle o votarle – senza un profondo ascolto che aiuti a comprendere il loro essere fatte per proteggere la comunità umana e, in essa, ogni singola persona”. Marcianò ha quindi ricordato come proprio San Matteo “guardato da Gesù, ha iniziato a guardare in altro modo alla realtà e alla legge: non più come strumento di potere, disequità, arricchimento ma come via di fratellanza, amore e misericordia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia