Incontro di Assisi: Andrea Riccardi (Sant’Egidio), a pranzo un Papa “molto sorridente” ed una atmosfera di “convivialità”

Un Papa “molto sorridente” e una atmosfera di “convivialità” con tanto di champagne e una torta con 25 candeline per festeggiare il 25° anniversario di patriarcato di Bartolomeo. A raccontare come è andata il pranzo di Papa Francesco insieme ai partecipanti all’incotnro di Assisi è Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio. “Il pranzo è andato molto bene – dice -, la preghiera per la pace è stata preparata da un bel momento di convivialità”. Il pranzo si è tenuto nel refettorio del Sacro Convento di Assisi  ed è durato circa un’ora. Erano presenti tutti gli “ospiti” che stanno partecipando alla Giornata di preghiera per la pace, circa 400/500 persone. Al tavolo di Francesco erano seduti a destra del Papa il Patriarca Bartolomeo e alla sua sinistra Ernst Simoni Troshani, prete albanese testimone del periodo della dittatura per quasi 20 anni in carcere. C’erano anche il rabbino David Rosen, il filosofo Zygmunt Bauman e l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby. I menu erano differenti a seconda dei gusti e delle tradizioni “ma si incrociavano”, racconta Riccardi, in questo spirito di fraternità che si respira qui ad Assisi. Alla fine c’è stata la torta e il brindisi con lo champagne per il 25° anniversario del patriarcato di Bartolomeo al quale la Comunità di Sant’Egidio ha regalato un quadro raffigurante un albero per sottolineare la definizione con cui spesso viene chiamato Bartolomeo come “patriarca verde” per il suo impegno a favore dell’ambiente.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa