Grecia: Caritas-Missio-Focsiv, al via domani ad Atene seminario sul “paradosso” greco, tra crisi e profughi

La Grecia, che da sei anni segna tassi di disoccupazione record stabili al 25%, è stata costretta ad accogliere sul suolo nazionale tra 2015 e 2016 oltre un milione di migranti, oggi bloccati all’interno dei suoi confini. È il paradosso socio-economico quasi unico in Europa di cui si parlerà da domani al 9 luglio ad Atene, durante il seminario internazionale “Grecia, paradosso europeo, tra crisi e profughi”, organizzato da Missio, Focsiv e Caritas. I sostenitori della Campagna Cei “Il diritto di rimanere nella propria terra”, congiuntamente agli aderenti della Campagna “Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro”, hanno voluto realizzare questo evento per contribuire a far luce su una doppia impasse: la crisi finanziaria greca e quella dei rifugiati.  La tre giorni ateniese sarà occasione per ripercorrere assieme quanto fatto finora a livello ecclesiale in Italia e in Grecia per affrontare al meglio questa doppia sfida umana. Nel corso del seminario verrà divulgato un nuovo dossier, messo a punto dagli aderenti alle due campagne, dal titolo “Grecia paradosso Europeo, tra crisi e profughi”, che mette in luce i limiti di un’Europa “sempre più divisa in particolarismi nazionali, frammentata in un arcipelago incoerente di Stati ostili che alzano barriere”.
Tra i relatori invitati alla tavola rotonda, l’arcivescovo di Atene, monsignor Sebastianos Rossolatos, il presidente di Caritas italiana, cardinale Francesco Montenegro, e il presidente di Caritas Hellas, don Antonios Voutsinos. Saranno inoltre presenti mons. Tommaso Caputo, arcivescovo-prelato di Pompei e membro della Commissione episcopale per l’evangelizzazione dei popoli e la cooperazione tra le Chiese, don Michele Autuoro, direttore di Missio, Gianfranco Cattai, presidente della Focsiv, e don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana, oltre a rappresentanti della società civile impegnata in progetti sociali. L’iniziativa prevede anche l’incontro con famiglie di rifugiati e migranti presso le strutture di accoglienza Caritas ad Atene: il Centro rifugiati e il Centro diurno di Caritas Atene, nel difficile quartiere di Omonia ad alta densità migratoria, e l’Hotel di accoglienza profughi gestito da Caritas Hellas.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia