Colombia: card. Salazar Gómez, “Poco a poco le Farc entrano nella vita civile e si reinseriscono nella società”

A margine dell’assemblea della Conferenza episcopale colombiana, in corso in questi giorni a Bogotá, il cardinale Rubén Salazar Gómez, arcivescovo di Bogotá e presidente del Celam, ha rilasciato importanti dichiarazioni in merito al processo di pace che il paese sta vivendo, proprio mentre arriva la notizia che le Farc, in aggiunta a quanto già stabilito nel corso della trattativa, hanno sospeso il reclutamento di guerriglieri e accettato che sia la Corte costituzionale a stabilire le modalità di approvazione popolare della definitiva intesa. Secondo il cardinale Salazar, si tratta di grandi notizie per il paese. “Poco a poco – ha affermato – le Farc entrano nella vita civile e si reinseriscono nella società” per diventare un movimento civico. Il porporato ha espresso la speranza che si tratti di gesti definitivi: “Se davvero le Farc si vogliono disarmare e reinserire nella società, non ha senso che continuino a reclutare persone, al contrario è necessario che smantellino la propria struttura militare”. Resta, poi, il nodo del gruppo guerrigliero ancora esistente, l’Eln: “Oggi non c’è alcuna giustificazione per una guerriglia armata, l’Eln lo deve comprendere”. Da qui la richiesta di avviare un serio dialogo abbandonando le azioni violente.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia