Giubileo malati e disabili: mons. Fisichella (Santa Sede), festa “oltre il limite” con Rudy Zerbi e Annalisa Minetti

Si chiama “Oltre il limite”, ed è la festa di benvenuto organizzata per sabato pomeriggio, dalle 18 alle 20, nei giardini di Castel Sant’Angelo, per il Giubileo dei malati e dei disabili. A condurre l’evento, preceduto dall’esibizione della Banda dell’Arma dei Carabinieri, volti noti al grande pubblico come Rudy Zerbi e Annalisa Minetti. “Le persone ammalate e persone con disabilità – ha detto monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontifico Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, nella conferenza stampa svoltasi oggi in sala stampa vaticana – si esibiranno insieme a professionisti quali: Alessandra Amoroso, Silvan, Simona Atzori, Bebe Vio, Stefano Oradei e Nicole Orlando”. Da segnalare, inoltre, la partecipazione dei ragazzi del “Coro Amoris Laetitia”, “Coro Mani Bianche” (giovani con disabilità intellettiva provenienti dal quartiere Testaccio e dalla Terra dei Foci), “Coro Mani Colorate”, “Coro ci hai dato un Segno” (composto da adulti sordi e vedenti di Pescara) e infine la “Chicco Sband”, della comunità dell’Arca, visitata il 23 maggio scorso dal Papa nel “Venerdì della misericordia”. Saranno cantate anche due canzoni del musical “Notre Dame de Paris” nella lingua dei segni. Sempre nei giardini, saranno allestiti a partire dalle ore 14 sette “Tende della misericordia”, dove alcune realtà pastorali e associazioni di volontariato metteranno a disposizione e condivideranno la loro esperienza di evangelizzazione per e con il mondo della malattia e delle persone con disabilità: tra queste l’Unitalsi e gli Uffici Cei per la pastorale della salute e per la catechesi delle persone disabili. Ci sarà anche uno stand che raccoglierà le esperienze della Comunità di S. Egidio, “La trattoria degli amici” dove lavorano persone con disabilità intellettiva, un locale gestito da alcune persone con la sindrome dello spettro autistico provenienti da Trento e “La locanda dei girasoli”, un ristorante dove lavorano ragazzi con la sindrome di down, insieme ad alcune realtà italiane ed estere che operano nel campo dell’evangelizzazione per e con le persone sorde.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori