Casa: Gruppo Abele, 90% degli sfratti per “morosità incolpevoli”. Domani un seminario per cercare nuove idee e soluzioni

Nel 2015 in Italia sono state emesse 64.676 sentenze di sfratto, 32.546 sono già state eseguite: uno sfratto ogni 399 famiglie. Nel 90% dei casi si tratta di morosità incolpevole, ovvero inquilini che si trovano nell’impossibilità di pagare un affitto (Fonte: ministero dell’Interno). Domani, 7 giugno, il Gruppo Abele propone un seminario sul tema dell’emergenza abitativa. Si terrà a Torino alla “Fabbrica delle ‘e’ ” di corso Trapani, un luogo simbolo dell’accoglienza in Piemonte, una delle regioni con il maggior numero di sfratti eseguiti con l’intervento dell’ufficiale giudiziario.  Il seminario intitolato “La casa non è una tana” costituisce “il primo momento di una più allargata riflessione sull’abitare”, sulla “difficoltà di trovare luoghi accoglienti dove sia possibile individuare la propria dimora, sia in senso concreto che amministrativo/giuridico”. “Ci si interroga da tempo su quali possano essere le sfide per rendere possibile l’accesso ai territori, alla casa. – osserva il Gruppo Abele – Molti sono stati i tentativi di risposta. I progetti di housing, oggi molto utilizzati, costituiscono una delle tante risorse messe in campo”. Secondo il Gruppo Abele cresce “il numero di persone per cui i criteri di accesso ai vari progetti di inserimento abitativo sono troppo selettivi. A questo corrisponde dunque il rischio di un moltiplicarsi di luoghi di accoglienza emergenziale quali i dormitori, che diventano luoghi di soggiorno di lungo periodo anziché di passaggio in vista della ricostruzione di una prospettiva di futuro”. L’incontro ha lo scopo di “cercare nuove strade verso una possibile inclusione di quanti oggi rischiano di vedere negato un diritto fondamentale come quello di una casa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori