This content is available in English

Regno Unito: mons. Kenney (Conferenza episcopale), “importante restare nell’Ue”. “Pessima campagna elettorale”

Il vescovo William Kenney

“Spero proprio che voteremo per rimanere e sarei davvero deluso se non lo facessimo perché è chiaro che ci isoleremmo e ce ne andremmo da una delle costruzioni politiche di maggiore successo nella storia di tutta l’umanità. Io, certamente, metterò la croce accanto alla frase ‘Restare un membro dell’Unione europea’”. A poche ore dall’apertura delle urne per la scelta pro o contro il Brexit, il vescovo William Kenney, responsabile del settore Europa per la Conferenza episcopale cattolica di Inghilterra e Galles, non ha dubbi. “Penso che sarebbe davvero triste se il Regno Unito decidesse di abbandonare la Ue perché è chiaro, quando guardiamo al resto del mondo, che qualunque Paese opera meglio insieme con altri, anziché isolato. La ‘casa comune’ europea ha garantito la pace in Europa per oltre settant’anni”, aggiunge il vescovo ausiliario di Birmingham. “Si sta per concludere una pessima campagna elettorale, con toni eccessivi, in tutti e due i campi del dibattito, e con cifre inventate, sia sugli immigrati che arrivano dalla Ue sia sui soldi che il Regno Unito manda a Bruxelles dove si è ucciso il messaggero senza ascoltare il suo messaggio”. “Mi sembra anche incredibile che una divisione che esiste da sempre, nel partito conservatore, tra euroscettici ed eurofili, ci abbia condotti a un referendum che rischia di far deragliare sia il progetto europeo che la nostra economia”, conclude il vescovo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori