Monsignor Galantino: a Locri, “non fidatevi di chi vi dice di non firmare per l’8xmille”

“In questo momento in cui le polemiche sull’8×1000 si fanno grandi insisto per ricordare la fine che fa esso”. Lo ha detto ieri monsignor Nunzio Galantino, segretario generale Cei, intervenendo a Locri all’inaugurazione dell’opera-segno giubilare Casa San Luigi, una struttura di accoglienza in un’area ristrutturata del Seminario. Con il contributo “si può fare quello che ha fatto oggi Locri e, con questa, le diocesi accanto e le diocesi accanto ancora”, ha sintetizzato il segretario Cei. Tra le peculiarità dell’opera locrese, anche la possibilità di accogliere occasionalmente degli immigrati. “Quella di Locri non è l’unica iniziativa in Italia e il numero degli accolti cresce sempre di più”. Mons. Galantino ha spiegato come “per la Chiesa cattolica il culto non sono solo le candele o l’incenso, ma tutto ciò che rende la persona più persona, aiutandola a sviluppare la dimensione interiore e la dignità. Quella che andiamo a inaugurare si chiama opera di culto e pastorale”, ha aggiunto il presule: “Non fidatevi di chi vi dice di non firmare per l’8xmille” .

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori