Diocesi: Caritas Verona, al via bando servizio civile per 6 giovani, anche non comunitari

Ritorna a Verona il servizio civile in Caritas per giovani tra i 18 e i 28 anni. I giovani che aderiranno alla proposta inizieranno un percorso formativo multidisciplinare con anche la possibilità di sperimentare il co-housing con altri volontari in servizio. Un anno a 360° per il loro presente e per il futuro con il progetto “Impronte di solidarietà” che, a partire da ottobre 2016, offrirà a 6 giovani di vivere il proprio servizio nell’ambito del disagio adulto maschile e femminile. Un’importante novità di quest’anno è l’estensione del bando alla partecipazione di tutti i cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti. ll progetto “Impronte di solidarietà –Verona” ha come principale finalità quella di potenziare i processi di inclusione sociale in atto per facilitare l’accesso ai circuiti di diritti e doveri sociali e di cittadinanza per alcune categorie svantaggiate. I giovani saranno impiegati in 5 strutture (Associazione Canossiana nuova primavera – Casa di accoglienza Il Samaritano – Casa di Carità S. Vincenzo – Casa braccia aperte – Centro diocesano aiuto vita) prevalentemente sul disagio adulto (maschile che femminile). Per i 12 mesi di servizio è prevista un’indennità mensile di 433,80 euro. Il bando scade il 30 giugno alle 14 e le selezioni sono previste nel mese di luglio. Info su www.caritas.vr.it

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori