Cardinale Scola: “L’Europa non è per noi un’opzione ma una vera necessità”

“Oggi si comprende che nessuno Stato nazionale può affrontare da solo questa epoca di passaggio, questo travaglio. L’Europa quindi non è per noi una opzione ma è una vera necessità. Però è indispensabile ritrovare un pensiero e un’azione politica conseguenti, anche per restituire all’Europa quel protagonismo internazionale di cui c’è bisogno”. Lo ha affermato il cardinale Angelo Scola intervenendo questo pomeriggio nella sede dell’Ispi di Milano a un convegno su “L’Europa al bivio”, accanto all’ex presidente del Consiglio e della Commissione Ue Romano Prodi. Un confronto serrato tra i due protagonisti, che ha toccato le diverse “emergenze” con le quali l’Europa si sta misurando, dall’economia alle migrazioni, dal terrorismo ai populismi, più volte citati, questi ultimi, come un “atteggiamento e un pericolo diffuso”. Anche il Brexit è stato evocato a più riprese come un momento di “freno” ma non una scelta “escatologica” per il domani dell’Ue. Prodi dal canto suo ha segnalato come i populismi “sono oggi un male diffuso in tutti i sistemi democratici: Trump – ha detto Prodi – potrebbe essere un leader perfettamente europeo”. “L’Europa è mezza cruda e mezza cotta”, ha aggiunto. “Come avviene nei processi democratici, si è scelto di progredire con libera scelta e condivisione degli intenti”, la solidarietà europea “non può essere imposta”. Questa è una realtà “oggettivamente difficile da gestire”, ha ricordato Prodi, “ma è la strada della libertà e della democrazia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori