Monsignor Galantino: “la Chiesa italiana per il protagonismo delle persone disabili”

“Abbiamo ricordato il senso dell’impegno della Chiesa italiana per le persone disabili, che non è teso soltanto a riconoscere la soggettività ma soprattutto a favorire il protagonismo nella comunità e nella società, grazie all’impegno delle parrocchie e delle associazioni affinché le persone con disabilità siano pienamente incluse”. Così monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Conferenza episcopale italiana, sintetizza al Sir il colloquio avuto questa mattina con il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, alla vigilia del convegno promosso dal Settore per la Catechesi delle persone disabili dell’Ufficio catechistico nazionale sul tema “… e tu mangerai sempre alla mia tavola” (2 Sam 9,1-13) in programma domani nell’Aula Paolo VI. Il presidente, prosegue mons. Galantino, ha mostrato “grande umanità e accoglienza” ed è stato “particolarmente contento di essere stato messo a conoscenza del lavoro portato avanti dalla Chiesa italiana a favore delle persone disabili”. In occasione dell’incontro, spiega il segretario generale della Cei, “arriveranno a Roma persone disabili da tutta Italia, anche tra i migranti che accogliamo nelle parrocchie”. L’appuntamento cade nei giorni del Giubileo degli ammalati e delle persone disabili, che si chiuderà domenica 12 giugno con la messa in piazza San Pietro presieduta da Papa Francesco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori