Editoria: “Rogate ergo”, il numero di giugno-luglio dedicato alla Giornata mondiale della gioventù

A poco più di un mese dalla Giornata mondiale della gioventù (Gmg) di Cracovia, “Rogate ergo”, la rivista vocazionale edita dai Rogazionisti, dedica il numero di giugno-luglio ai giovani e al loro rapporto con la fede. In questo modo la pubblicazione – si legge in una nota – “offre il suo contributo, avvalendosi di esperti come Lorenzo Chiarinelli, Armando Matteo, Paola Bignardi, Stefano Guarinelli”. La rivista si apre con una riflessione di Giuseppe De Virgilio sull’educazione dei giovani nella tradizione biblica per poi approfondire alcune recenti inchieste sul loro modo di guardare a Dio. “Per molti di essi – prosegue la nota – la questione religiosa resta sotto la cenere, ma basta che qualcuno soffi sopra, che la brace torna ad ardere”. “Il vero punto critico del percorso di fede dei giovani è la comunità cristiana, il tipo di formazione che ricevano, le figure educative di riferimento”. In proposito “Rogate ergo” dà spazio ad alcune “esperienze innovative, che vanno ramificandosi anche nelle parrocchie; per esempio la digitalsorytelling, o narrazione digitale, che i giovani preferiscono alla trattazione teorica”. Alla vigilia dell’estate, la rivista pone poi l’attenzione sulle iniziative della Fraternità Missionaria Giovanni Paolo II nei luoghi di villeggiatura e quelle dei Conventuali a Roma sulle banchine del Tevere. E dedica un intero dossier alla Gmg di Cracovia, “il pezzo forte del numero”, con interviste, informazioni e riflessioni “sugli stili diversi che essa ha assunto in 30 anni a motivo dei tre Papi che l’hanno promossa e celebrata: Giovanni Paolo II, Benedetto XVI, Francesco”. A chiudere il numero l’intervista ad uno dei cantautori più seguiti dai giovani, Giovanni Caccamo, che spiega i suoi percorsi artistici e spirituali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori