Diocesi: Caritas Roma, una “boutique solidale” per il reinserimento lavorativo di persone senza dimora e rifugiati

“Abito Qui” è il progetto realizzato dalla Caritas di Roma e dall’Ipab Asilo Savoia per il reinserimento sociale e lavorativo delle persone svantaggiate attraverso la boutique solidale “Emporio Savoia”, che verrà inaugurata mercoledì 15 giugno, alle ore 10.30, nella sede di via Monza 4. La boutique propone al pubblico capi di abbigliamento ricevuti in donazione e rimessi a modello dagli ospiti delle strutture Caritas, oltre a prodotti e accessori da loro realizzati, a fronte di un prezzo simbolico. Donne e uomini – senza dimora, rifugiati e protetti internazionali – che per la prima volta hanno l’opportunità di misurare le proprie abilità e competenze professionali, acquisite nel corso dell’attività svolta all’interno di un laboratorio di sartoria, in un progetto condiviso, di cui sono parte attiva e integrante. L’intero ricavato della “Boutique solidale” permetterà di potenziare il laboratorio, incrementando il numero dei partecipanti e aumentando i corsi di formazione. Il gruppo di lavoro, inoltre, riceverà un rimborso spese per l’opera svolta e gli ospiti più meritevoli saranno proposti per stage e tirocini professionali presso aziende del settore. L’obiettivo principale del laboratorio, come della boutique, è “di offrire un’opportunità di reinserimento sociale a persone svantaggiate, ma anche di rendere consapevole la città dell’importanza del riuso e del riciclo, diffondendo l’idea che ciò che è di seconda mano può trasformarsi in una fonte di lavoro per chi dal mercato del lavoro è stato escluso”, spiega la Caritas di Roma. Alla manifestazione interverranno: Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio; monsignor Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma; Massimiliano Monnanni, presidente Ipab Asilo Savoia; Rita Visini, assessore regionale alle politiche sociali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori