Chiesa cattolica e Chiese riformate: Bernardini (Tavola valdese), “importante esperienza nel campo delle migrazioni”

“Siamo una Chiesa di minoranza, abbiamo una particolare vocazione al dialogo: non solo ecumenico fra le diverse Confessioni cristiane, ma anche interreligioso, interculturale e politico”. Con queste credenziali il pastore Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese, si è presentato durante la conferenza stampa della Comunione mondiale della Chiese riformate (Cmcr), che si è svolta oggi alla Radio Vaticana. Bernardini ha sottolineato la “particolare vicinanza” dei valdesi alle “preoccupazioni” di Papa Francesco, al centro delle quali c’è una Chiesa “capace di dialogare con coloro che o non sono cristiani, o sono cristiani in modo diverso”. Di qui la necessità, sul piano ecumenico, di “cercare un’unità di azione e di impegno contro la povertà, contro l’ingiustizia, contro la violenza”, all’insegna dell'”unità tra la fede e la ricerca della giustizia e della pace”. La Chiesa valdese, ha sottolineato il pastore, “ha un’importante esperienza nel campo delle migrazioni” – basti pensare ai cosiddetti “corridoi umanitari” – che Bernardini ha definito “una tragedia che sta investendo continenti interi e che attraversa tutto il Mediterraneo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori