Retinopera: Miano, “cultura dell’incontro è camminare accanto e individuare direzioni comuni”

“Un momento impegnativo, intenso e importante, nel tentativo di tradurre la Dottrina sociale della Chiesa e l’insegnamento peculiare di Papa Francesco nella cultura dell’incontro”. Essa richiede “non solo di camminare accanto, ma anche di saper individuare direzioni comuni”. Retinopera “cerca con semplicità di mettere insieme diverse organizzazioni del mondo cattolico e non, con il desiderio di riuscire, inseriti in questa rete, a proporre percorsi di incontro possibili”. Franco Miano, coordinatore di Retinopera, ha brevemente introdotto in mattinata il seminario, in corso presso l’Università Urbaniana di Roma, a partire da un interrogativo: “È possibile cambiare il mondo arricchendo di senso la propria vita e quella degli altri?”. Un tema che si sviluppa con modalità originali e strutturato in vari “capitoli”, o momenti, intitolati: Una mattina di felicità generativa; Pionieri a confronto – Buone pratiche a servizio della sostenibilità; Felicità e lavoro; Felicità e cultura; Ritorno di voce – Il punto di vista dei partecipanti. Nel corso della mattinata l’economista Leonardo Becchetti ha presentato i risultati di un’indagine sulla responsabilità sociale d’impresa; in conclusione è poi previsto un “Cash mob etico”, “mobilitazione collettiva per consumare in modo responsabile i prodotti di aziende sostenibili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori