Diocesi: Lamezia Terme, domani la Festa dei popoli

Rinviata a causa del maltempo due settimane fa, si svolgerà domani la Festa dei popoli nella diocesi di Lamezia Terme su iniziativa dell’Ufficio Migrantes. “In questo particolare momento storico, celebrare la Festa dei popoli a Lamezia Terme è un’occasione per sentirci parte anche noi di questa storia, una storia di sofferenza e di speranza, che interpella la coscienza di ognuno. Anche sul nostro territorio sono tante le persone e le famiglie che giungono da altri Paesi”, spiega suor Manuel Simoes, direttrice della Migrantes locale: “Come Ufficio insieme ad altre realtà ecclesiali e associative, siamo riusciti ad avviare dei percorsi positivi di integrazione. Ma il lavoro da fare è ancora tanto e serve il contributo di tutti i cittadini”. La religiosa ricorda che nel 2015 Lamezia è risultata la città più multietnica della Calabria, dove si registrano circa 4.290 emigrati, pari al 6 % della popolazione residente. “Noi siamo chiamati ad aprire cuori e mani, come ci chiede Papa Francesco, per venire incontro a tanti fratelli che arrivano nella nostra città fuggendo da guerre e povertà estreme per avere una vita migliore. I migranti non chiedono assistenzialismo, ma di poter ricostruire la loro vita ed essere protagonisti della vita della nostra comunità”. La direttrice Migrantes invita i cittadini a partecipare alla festa di domenica: “Un segnale di quella cultura dell’accoglienza e della reciprocità che la nostra città porta avanti ogni giorno, grazie al lavoro e al volontariato di tante persone che dimostrano concretamente di voler vincere l’indifferenza, per costruire una città solidale e accogliente verso tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori