Giornata ricerca “Gemelli”: nutrizione e salute al centro degli studi e delle ricerche presentati

Da studi di genetica per arrivare a sviluppare diete personalizzate con effetti preventivi e terapeutici sulle malattie epatiche e renali, a studi sui nutrienti “amici” del bambino, determinanti per lo sviluppo prenatale (del feto) e post-natale; da ricerche sui nutrienti che rallentano i naturali processi dell’invecchiamento, a ricerche sugli effetti dannosi di diete troppo ricche di zuccheri o di grassi sul cervello. Sono solo alcune delle ricerche – svolte o in cantiere – nell’ambito della nutrizione umana presentate oggi in occasione della quinta Giornata per la ricerca della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università Cattolica e della Fondazione Policlinico Agostino Gemelli. Tema della Giornata è anche quest’anno “Il ruolo della nutrizione nella salute, dalla prevenzione alla cura”. Le ricerche, illustrate da otto giovani ricercatori in rappresentanza degli oltre 700 attivi presso l’Ateneo e il Policlinico, abbracciano 4 macro-aree relative al tema della nutrizione. Con 253 nuovi progetti di ricerca no profit che ogni anno portano ad oltre 1500 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali, oltre 19 milioni di euro di ricerca finanziata nel corso del 2015, 17 brevetti attivi e depositati, 15 Istituti della Facoltà di Medicina e chirurgia che hanno ottenuto finanziamenti europei, 142 sperimentazioni cliniche avviate e 329 sperimentazioni in corso nel 2016, l’Università Cattolica è impegnatissima sul fronte della ricerca biomedica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa