This content is available in English

Germania: il Katholikentag entra nel vivo. 30mila iscritti, attesi oltre 50mila visitatori, presenti mille giornalisti

Con una serie di feste a tema regionale si è conclusa ieri la prima giornata del 100° Katholikentag, iniziato a Lipsia, città d’arte e cultura in Sassonia, in uno dei Länder dell’ex Germania Est. Fulcro della giornata inaugurale è stata la sorpresa che Papa Francesco ha voluto offrire ai partecipanti, con un videomessaggio pronunciato in tedesco che ha particolarmente colpito e commosso tutti i presenti e il pubblico che ha seguito la cerimonia attraverso i media tedeschi. Il Katholikentag a Lipsia è una scommessa per la Chiesa cattolica tedesca: circa l’80 per cento della popolazione di Lipsia non appartiene ad alcuna comunità religiosa. La regione dell’ex Germania Est è considerata una delle terre più scristianizzate d’Europa. Ecco perché per la prima volta al Katholikentag vi saranno una serie di eventi dedicati a “La vita con e senza Dio”. L’amministratore diocesano della diocesi di accoglienza Dresden-Meissen, mons. Andreas Kutschke, ha sottolineato durante la conferenza stampa ufficiale che “la questione per noi è di tutti i giorni, cioè come possiamo noi rispondere a una comunità estremamente non religiosa, ma alla ricerca di indicazioni”. La società civile di Lipsia ha sostenuto l’incontro, e il Comitato centrale dei cattolici tedeschi (ZdK) e la diocesi di Dresden-Meissen come organizzatori si aspettano almeno 55mila visitatori, oltre ai 30mila partecipanti permanenti e agli oltre mille giornalisti accreditati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa