Abusi nella Chiesa: “Giulia e il Lupo”, a Milano presentazione del volume di Luisa Bove

Sarà presentato domani a Milano (ore 18.30 – Centro culturale San Fedele) il volume “Giulia e il Lupo. Storia di un abuso sessuale nella Chiesa”, scritto dalla giornalista Luisa Bove, nelle cui pagine si dà voce a Giulia, vittima fin dall’adolescenza di un abuso sessuale da parte di un sacerdote. “Si tratta del primo racconto di un caso italiano”, spiega l’editrice Ancora, “e la narrazione in prima persona restituisce il dramma della protagonista e il suo lento percorso di rinascita”. La prefazione è di Hans Zollner (Pontificia Commissione per la tutela dei minori). “Il racconto di Giulia – nome di fantasia – è la testimonianza di una sofferenza durata anni, prima nel buio dell’impossibilità di liberarsi dal prete pedofilo (il Lupo), poi nel buio della vergogna e del senso di colpa che le impediva di riconoscersi vittima di un abuso. Solo il tempo, dopo molti anni, ha creato le condizioni perché dolore e verità potessero venire a galla. Da quel momento ha inizio il suo lento e faticoso percorso di guarigione interiore” e oggi Giulia è una religiosa e racconta la sua vicenda, spiega ella stessa, perché possa “incoraggiare altre donne, vittime di abuso come me, a farsi aiutare e a uscire dall’ombra”. Alla presentazione interverranno: mons. Mario Delpini (vicario generale diocesi di Milano), Mariapia Bonanate (giornalista), Giacomo Costa (direttore di Aggiornamenti Sociali), Anna Deodato (ausiliaria diocesana). Sarà presente l’autrice.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori