Vita consacrata: padre Glenday (Usg), “Papa Francesco è fonte di energia per i superiori generali”

“Papa Francesco è fonte di energia per i superiori generali nel loro ministero e nel servizio di animazione”. Lo ha affermato ieri padre David Kinnear Glenday, segretario generale dell’Unione superiori generali (Usg), durante la presentazione del volume “Viaggio nella vita religiosa” (Lev) di Riccardo Benotti, che raccoglie le conversazioni con i superiori generali di quattordici Istituti religiosi. Nel suo intervento, padre Glenday ha sottolineato che, come notano i superiori generali, “il primo punto di energia è che Papa Francesco è un religioso, che ha fatto l’esperienza di essere superiore provinciale, padre maestro e vescovo. Per questo il suo insegnamento sulla vita consacrata è estremamente concreto”. Per il segretario dell’Usg, “Papa Francesco dimostra molto interesse per la vita consacrata e ai religiosi non fa discorsi di comodo o di convenienza”. Inoltre, “è intimamente interessato alla riforma della Chiesa, punto in comune con tutti i fondatori che hanno voluto rendere giovane e bella la Chiesa”, ha osservato padre Glenday, per il quale “un’altra parola chiave è trasformazione”: “Il Papa dice ai religiosi che lo sono diventati per essere trasformati e per trasformare, cambiare. I superiori generali sentono questa missione di chiamare i loro confratelli e le loro sorelle alla trasformazione”. “Ma la trasformazione non avviene a tavolino”, ha aggiunto, osservando che “la missione è luogo della trasformazione”. Secondo il segretario dell’Usg, “i superiori si imbattono in forti status quo, santissimi ma che non lasciano molto spazio alla missione futura. Per questo l’incoraggiamento del Papa è benvenuto”. Un altro tema affrontato è l’intercongregazionalità. Per padre Glenday, “c’è un convincimento abbastanza forte, ma quando si arriva ai fatti c’è ancora debolezza”. Infine, “il Papa chiama i religiosi a riscoprire le radici mistiche del loro vivere, con e tra i poveri”. Dal libro, ha concluso padre Glenday, “emerge per la vita consacrata la sfida di un coinvolgimento urgente, profondo e crescente con la proposta che Papa Francesco ci sta facendo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo