Disuguaglianze: Holmqvist (Centro di ricerca Unicef Innocenti) “La fonte del rapporto sono i bambini”

“Questo rapporto è frutto per la maggior parte delle opinioni e percezioni della povertà da parte dei bambini. Si può dire che la fonte siano stati proprio loro”. A dirlo è stato Goran Holmqvist, associate director, membro del Centro di ricerca Unicef Innocenti di Firenze che ha realizzato il rapporto sulle disuguaglianze fra i bambini a livello internazionale. “In alto alla classifica troviamo Danimarca, Finlandia, e Norvegia – ha proseguito -. Risultato non così sorprendente dal momento che questi Paesi sono noti per essere società relativamente eque con sistemi di welfare forti. Più sorprendente forse sono alcuni dei Paesi che si trovano in coda: Francia, Belgio, Canada e Italia”. Il ricercatore si è soffermato soprattutto sui risultati che riguardano il nostro Paese, secondo i quali due dimensioni in particolare sono preoccupanti: il reddito e la salute. “Per quanto riguarda il reddito – ha spiegato lo studioso – l’Italia è nel gruppo dei Paesi dove questo divario è cresciuto in modo significativo, così come negli altri del Mediterraneo, colpiti dalla crisi finanziaria. Ma in più, in Italia – ha evidenziato -, le prestazioni sociali giocano un ruolo minimo per ridurre il divario reddituale. Per la salute invece – ha continuato – le femmine hanno una maggiore probabilità di restare indietro nell’ambito e questa disparità è più pronunciata in Italia che altrove”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo