Aborto: Casini (Mpv), “riscoprire alcuni valori cristiani come la pietà e la carità”

“Con questo numero verde vogliamo continuare a salvare molte vite umane, tentando di offrire il perdono a tutti coloro che hanno attraversato l’incubo dell’aborto. Le telefonate che riceviamo sono per lo più notturne e anonime, segno che molti hanno difficoltà e timore a parlare del proprio calvario. Ma non dobbiamo dimenticare che siamo nell’Anno della Misericordia e che non bisogna stancarsi mai di chiedere perdono”. Lo ha detto il presidente onorario del Movimento per la vita, Carlo Casini, intervenendo questa mattina alla conferenza stampa che si è tenuta nella sede del quotidiano Avvenire. La conferenza è stata l’occasione per presentare il progetto “Fede e terapia”, promosso dall’associazione “Difendere la vita con Maria” per offrire attraverso in nuovo numero verde un aiuto terapeutico alle famiglie che hanno vissuto il dramma dell’aborto. Casini, che ha citato più volte l’esempio di Madre Teresa di Calcutta, ha sottolineato l’urgenza di offrire un accompagnamento continuativo alle famiglie che hanno vissuto sofferenze post aborto, mediante il sostegno delle istituzioni. “Da oltre vent’anni la nostra associazione è in prima linea per difendere la vita – ha affermato Casini – avvalendoci dell’esperienza di una rete di professionisti come sacerdoti e psicologi che aiutano le famiglie a superare questa tragedia. Per iniziare un vero cammino di assistenza, però, è necessario riscoprire alcuni valori cristiani come la pietà e la carità. Questo è l’unico modo di avviare un serio sistema di condivisione, altrimenti sarà sempre più difficile per la società affrontare questo tipo di emergenze, perché sempre più spesso la tendenza sarà quella di girarsi dall’altra parte”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo