Papa Francesco: udienza, “Gesù è un buon medico”, “nessun peccatore va escluso”

“Gesù si presenta come un buon medico”, che “risana dalle malattie, libera dalla paura, dalla morte e dal demonio”. È l’identikit del Figlio di Dio tracciato dal Papa, durante la catechesi dell’udienza generale di oggi. “Innanzi a Gesù nessun peccatore va escluso”, ha ammonito Francesco: “Nessun peccatore va escluso, perché il potere risanante di Dio non conosce infermità che non possano essere curate”. “E questo ci deve dare fiducia e aprire il nostro cuore al Signore perché venga e ci risani”, ha aggiunto a braccio. “Chiamando i peccatori alla sua mensa”, ha proseguito, Gesù “li risana ristabilendoli in quella vocazione che essi credevano perduta e che i farisei hanno dimenticato: quella di invitati al banchetto di Dio”. Dice Isaia, infatti, nella sua profezia: Preparerà il Signore degli eserciti per tutti i popoli, su questo monte, un banchetto di grasse vivande, un banchetto di vini eccellenti, di cibi succulenti, di vini raffinati. E si dirà in quel giorno: Ecco il nostro Dio; in lui abbiamo sperato perché ci salvasse. Questi è il Signore in cui abbiamo sperato; rallegriamoci, esultiamo per la sua salvezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa