This content is available in English

Ccee: lettera ai vescovi cattolici di Russia, Bielorussia e Kazakistan per giubileo riorganizzazione delle chiese

“Desideriamo, a nome di tutti i membri del Ccee, associarci alla vostra gioia, ricordando allo stesso tempo quanti hanno saputo preservare la fede anche a costo della vita”. Lo afferma la presidenza del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa nella lettera inviata ai vescovi cattolici di Russia, Bielorussia e Kazakistan che oggi ricordano il giubileo della riorganizzazione di queste chiese seguita all’epoca del comunismo. Infatti il 13 aprile 1991, con un provvedimento di Giovanni Paolo II, venne riorganizzata la Chiesa cattolica di rito latino nelle tre ex Repubbliche sovietiche. “Dopo oltre settant’anni di silenzio e persecuzioni, ‘pagine tragiche e allo stesso tempo gloriose’ per la vitalità della fede” (citazione tratta dalla “Lettera pastorale della Conferenza dei vescovi cattolici della Russia per l’Anno giubilare della misericordia), la “libertà religiosa ritrovata ha permesso alla Chiesa cattolica di crescere e portare la fede e la speranza che per tanti anni sembravano cancellate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa