“Amoris laetitia”: diocesi Milano, volume con esortazione apostolica e commento dell’arcivescovo Scola

Viene pubblicata oggi, a cura di Centro Ambrosiano, editore della Diocesi di Milano, l’esortazione apostolica post sinodale di Papa Francesco “Amoris laetitia” con un’ampia prefazione dell’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola. Il cardinale, che ha partecipato come padre sinodale agli ultimi due sinodi sulla famiglia – l’assemblea straordinaria (5-19 ottobre 2014) e quella generale (4-25 ottobre 2015) – ricorda nella prefazione “l’articolato percorso” e chiarisce che con l’esortazione apostolica il Papa non intende porci davanti a una “conclusione, ma all’inizio di una affascinante cammino di annuncio del Vangelo, fatto di desiderio di integrazione, discernimento e accompagnamento di tutte le famiglie in qualunque situazione vengano a trovarsi”. Il cardinale ripercorre il testo di Papa Francesco evidenziandone i passaggi fondamentali: la famiglia come riflesso della Trinità, il matrimonio come dono, la denuncia dell’individualismo, l’amore e la fecondità, la famiglia come soggetto di evangelizzazione. L’arcivescovo di Milano si sofferma poi sul capitolo ottavo dell’esortazione intitolato “Accompagnare, discernere e integrare la fragilità”, dedicato al rapporto delle famiglie ferite con la vita della Chiesa.

Scrive Scola: “Questo era il punto più atteso del pronunciamento papale. Francesco dà prova della sua forte sensibilità che sa andare al cuore del problema evitando soluzioni preconfezionate. Il Papa riconosce che nessuno è escluso dalla vita della Chiesa, in qualunque situazione di fragilità o di ferita si sia venuto a trovare. In questo orizzonte di integrazione, il pontefice ribadisce con chiarezza la verità del matrimonio indissolubile nel suo senso cristologico (come segno oggettivo dell’amore di Cristo per la Chiesa) ed antropologico (come espressione del desiderio del ‘per sempre’ radicato nel cuore di ogni uomo e di ogni donna)”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa