Caregiver familiari: Angioni (senatore), sostengono anche il welfare

I caregiver familiari non hanno solo funzione “privata, familiare”, sono “figure di sostegno anche del nostro welfare”. A sottolinearlo è oggi a Roma Ignazio Angioni (Commissione Lavoro previdenza sociale del Senato, commentando il testo della “Legge quadro nazionale per il riconoscimento e la valorizzazione del caregiver familiare” depositata in Senato, di cui è primo firmatario. Come la proposta presentata alla Camera dei deputati, anche questo provvedimento è composto da nove articoli, molto simili al testo depositato a Montecitorio. “Non chiediamo allo Stato di rinunciare al proprio ruolo – chiarisce Angioni -. Questo disegno di legge richiede anzi un ruolo attivo del pubblico nelle reti di assistenza territoriali”. Per il senatore, il ddl “apre dei percorsi, non si pone l’obiettivo di esaurire tutti i problemi o di offrire soluzioni. Pone problemi giganteschi in materia di lavoro (tempi di conciliazione, permessi, rapporti con l’Inps)”. “Nel nostro Paese – osserva – quando parliamo di assistenza di qualunque persona bisognosa ne consideriamo la dimensione privata, familiare, e non sottolineiamo abbastanza la dimensione sociale. Prendersi cura di una persona bisognosa significa alleggerire il carico del pubblico dal punto di vista assistenziale ed economico-finanziario. Lo Stato dovrebbe garantire direttamente tutte le situazioni di bisogno”. Per questo, conclude, “il caregiver diventa figura di sostegno anche del nostro welfare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori