Ospedale Bambino Gesù: un laboratorio di riabilitazione per la fibrosi cistica

All’ospedale pediatrico Bambino Gesù, grazie alla donazione dell’associazione Onlus Officium (Organizzazione delle famiglie contro la fibrosi cistica a carattere umanitario) è stato allestito un laboratorio per rieducare allo sforzo anche i pazienti affetti da fibrosi cistica con difficoltà respiratorie. Ne dà notizia oggi un comunicato stampa dell’ospedale che spiega come in questo modo “i pazienti che necessitano di lunghi ricoveri, selezionati in base a criteri specifici, potranno svolgere programmi di riabilitazione per mantenere o migliorare la propria funzionalità respiratoria”. L’allenamento quotidiano sarà eseguito sotto controllo stretto dei fisioterapisti. “Questo servizio – spiega la dottoressa Vincenzina Lucidi – “aiuterà i pazienti con insufficienza respiratoria di grado medio-grave a contrastare la naturale riduzione dell’attività motoria che si sviluppa a causa dall’aumento della dispnea e della percezione allo sforzo presente negli stadi più avanzati della malattia”. La fibrosi cistica, la più diffusa tra le malattie genetiche, è causata da un gene alterato che comporta anomalie nel trasporto di sali e acqua sulla superficie delle cellule epiteliali. Interessando vari organi e alterandone le funzioni (problemi respiratori, infiammazioni croniche dei polmoni, danni all’intestino e al fegato, malnutrizione e infertilità), può essere invalidante per la crescita e la vita futura dei piccoli. Alle malattie genetiche rare e ultrarare è dedicata in particolare ‘Vite Coraggiose’, la campagna di comunicazione sociale promossa dalla nuova Fondazione Bambino Gesù Onlus.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo