Diocesi: Campobasso, don Antonio Arienzale è il nuovo vicario generale

È don Antonio Arienzale, parroco di Sepino (Campobasso), il nuovo vicario generale della curia arcivescovile di Campobasso nonché moderatore di curia. Lo ha annunciato l’arcivescovo di Campobasso-Bojano, monsignor Giancarlo Bregantini, nel corso dell’ultimo ritiro annuale del clero diocesano svoltosi ieri. Don Arienzale nasce a Sepino e viene ordinato presbitero nel 1976. Attualmente ricopre in diocesi l’incarico di direttore dell’Ufficio missionario. Il nuovo vicario generale succede a don Giuseppe Nuzzi che, nominato dal vescovo, era in carica dal 2009 ed è costretto a lasciare per motivi di salute. Secondo quanto prescritto nel Codice del diritto canonico e nello specifico sulla struttura interna delle Chiese particolari (Cann. 460 – 572) al n° 479 – §1., al vicario generale compete, “in forza dell’ufficio, la stessa potestà esecutiva su tutta la diocesi che, in forza del diritto, spetta al Vescovo diocesano, la potestà cioè di porre tutti gli atti amministrativi, ad eccezione di quelli che il vescovo si è riservato oppure che richiedono, a norma del diritto, un mandato speciale del vescovo”. In quanto moderatore, il vicario generale ha, nella curia diocesana, la specifica funzione di coordinare le questioni amministrative e garantire l’unitarietà d’azione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia