Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: Civiltà cattolica, nella Chiesa “avere l’audacia profetica di non avere paura”. Mancano i “grandi politici”

Oggi bisogna “avere l’audacia profetica di non avere paura”. Queste le parole di Papa Francesco nelle prime battute del colloquio del 24 ottobre scorso con i gesuiti riuniti nella loro 36ª Congregazione generale, che La Civiltà Cattolica pubblica oggi in forma integrale nel quaderno in uscita su Internet. Sentendosi “in famiglia”, Francesco ha risposto all’impronta alle domande dei delegati, affrontando e approfondendo diversi argomenti. Per Francesco la politica, la “grande politica”, è un “lavoro artigianale per costruire l’unità dei popoli e l’unità di un popolo in tutte le diversità che ci sono all’interno”. Ma sente che oggi “mancano quei grandi politici che erano capaci di mettersi sul serio in gioco per i loro ideali e non temevano né il dialogo né la lotta, ma andavano avanti con intelligenza”. Il Papa lamenta pure il fenomeno per cui “quando si esauriscono i periodi costituzionali di mandato, subito si cerca di riformare la Costituzione per restare ancora”. È un frutto della corruzione.

Papa Francesco torna ancora una volta sul significato del proprio magistero, ricordando ai critici che “la morale usata in Amoris laetitia è tomista, ma quella del grande san Tommaso” non quella della “scolastica decadente” seguita da alcuni teologi. Definisce l’ Evangelii gaudium “una cornice” del suo Pontificato su cui bisogna “continuare a lavorare”, e la Laudato Si’ un’enciclica “sociale”, non un’enciclica “verde”.  A proposito della formazione dei sacerdoti, che sarà un tema importante del prossimo Sinodo, Papa Francesco lamenta la “carenza” del discernimento, e mette in guardia dalla tentazione della “rigidità”, che oggi “in una certa quantità di seminari è tornata a instaurarsi”. “La povertà è madre e muro”, dice ancora citando Sant’Ignazio di Lojola: “La povertà genera, è madre, genera vita spirituale, vita di santità, vita apostolica. Ed è muro, difende. Quanti disastri ecclesiali sono cominciati per mancanza di povertà”. Info: www.laciviltacattolica.it

© Riproduzione Riservata
Chiesa