Turismo: Istat, nel 2015 in Italia presenze e arrivi in aumento con il traino di Expo

Nel 2015, in Italia, i flussi turistici hanno fatto registrare un aumento di 15 milioni di presenze (notti trascorse) e 7 milioni di arrivi (numero clienti) in più rispetto all’anno precedente. Sono questi alcuni dati forniti oggi dall’Istat nel report “Movimento turistico in Italia – Anno 2015”. Le presenze nel complesso sono state 392,8 milioni (+4%), 200 milioni dovute a residenti italiani e 192,6 a stranieri; gli arrivi, invece, sono stati 113,4 milioni (+6,4%). Sostanzialmente stabile la permanenza media dei soggiorni, pari a tre notti per cliente. A far da traino l’Expo di Milano, che – secondo l’Istat – “ha prodotto un’impennata delle presenze negli esercizi ricettivi di Milano e dei comuni interessati dall’evento (+26,8%, quasi 1,5 milioni di notti in più rispetto allo stesso periodo del 2014)”. Anche i viaggi dei residenti che hanno pernottato negli alloggi privati dell’area è stato circa sei volte superiore a quelli nello stesso periodo del 2014, mentre il numero di notti è risultato circa otto volte maggiore. Nel 67% dei casi gli italiani hanno prenotato da sé le vacanze che rappresentano, per l’81% dei casi, il motivo del viaggio (il 19,4% ha viaggiato per lavoro). Se il 22,5% è partito senza prenotazione preventiva, circa la metà dei viaggi (47,9%) è stato invece prenotato su Internet (50,8% nel caso di vacanze, con un +8% sul 2014). Negli esercizi ricettivi italiani, la maggior presenza di stranieri è stata dei tedeschi (13,6%) anche se in leggero calo. Seguono Francia, Regno Unito, Stati Uniti (tutti intorno al 3%). Il maggior incremento (+54,5%) lo han fatto registrare però i turisti cinesi, passati in un anno da 3,5 milioni a circa 5,4 milioni. Infine, l’Italia si conferma terzo Paese europeo per presenze negli esercizi ricettivi dopo Spagna e Francia, con una quota di circa il 14% sul totale presenze nell’Ue28, stabile rispetto al 2014.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori