Terremoto: ad Ascoli vigili ”a scuola” per aiuto gente impaurita

(DIRE-SIR) – Ascoli Piceno affronta le criticità relazionali e il trauma delle persone che hanno subito il terremoto, con la formazione dei propri operatori di polizia. E’ questo l’obiettivo della prima edizione del corso “Modelli operativi di polizia in prossimità di emergenza”, organizzato dalla Scuola regionale di formazione della pubblica amministrazione della Regione Marche, che ha incaricato l’associazione no profit “Cerchio Blu”. Tre psicologi, un counselor dell’emergenza e un sociologo, queste le risorse messe in campo per il percorso formativo. Ad Ascoli sono circa 50 gli agenti di polizia che hanno partecipato al corso con tema principale il sisma che il 24 agosto, il 26 e il 30 ottobre ha pesantemente colpito il territorio piceno, con slide, video e lezioni frontali, nelle quali i partecipanti sono stati coinvolti attivamente. “Si tratta di un percorso formativo importante e fondamentale, soprattutto alla luce del difficile momento che stiamo vivendo – dichiara il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli – I vigili urbani sono i rappresentanti delle forze dell’ordine più vicini alla gente, dei veri e propri riferimenti per tutti noi, per cui ritengo sia davvero una iniziativa degna di considerazione, alla quale Ascoli ha aderito con passione ed entusiasmo. La formazione degli operatori di sicurezza – aggiunge Castelli – è una delle risorse dalle quali non si può prescindere, specie nell’emergenza. Corsi di questo tipo aiutano concretamente i cittadini a tornare ad una serena quotidianità e a vincere la paura”. Il corso si è svolto anche presso le città di San Benedetto del Tronto e Civitanova Marche. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori