Siria: appello dei vescovi inglesi per Aleppo, “porre fine al massacro dei civili”

Porre fine al massacro di civili nel conflitto in Siria, in particolare in Oriente Aleppo. A chiederlo è il vescovo Declan Lang, presidente del dipartimento affari internazionali dei vescovi cattolici di Inghilterra e Galles, in un appello rilanciato oggi. “Almeno 141 civili, tra cui 18 bambini, sono stati uccisi in una settimana in seguito alla ripresa dei bombardamenti dei ribelli nella zona orientale di Aleppo. Bombardamenti che hanno devastato gli ospedali secondo quanto riportato oggi dall’Osservatorio siriano per i diritti umani”, scrive il vescovo Lang. Nella zona è in corso da martedì scorso, e dopo il cessate il fuoco durato una settimana, un attacco a fuoco tra aerei russi e siriani e bombardamenti da parte delle forze governative e dei suoi alleati sulla metà orientale assediata della città. “Siamo scioccati e inorriditi al violento attacco alle vite civili, soprattutto donne e bambini “, ha detto il vescovo Lang. “La distruzione degli ospedali e la conseguente mancanza di forniture mediche per le vittime di violenza non possono essere giustificati. Facciamo appello ai responsabili della conduzione della guerra di rispettare la vita di tutti i civili e di lavorare incessantemente per una pace basata sulla giustizia. La guerra non può mai essere una soluzione soddisfacente ai problemi politici”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori