Salute: Ansaldo Energia e Rina donano un ventilatore neonatale al Gaslini

Ansaldo Energia e Rina hanno donato un ventilatore neonatale per i piccoli pazienti del Centro di rianimazione neonatale e pediatrica dell’Istituto Gaslini. La cerimonia si è svolta oggi alla presenza del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Fondazione Gaslini. “C’è un gran bisogno oggi di mettersi insieme per guardare obiettivi comuni sapendo che nel bene autentico poi c’è sempre il bene anche di ciascuno”, ha affermato il cardinale Bagnasco durante la cerimonia che si è svolta nell’aula magna dell’Istituto. Rivolgendosi agli sponsor, il porporato ha quindi espresso l’auspicio “che il vostro gesto, di cui oggi beneficiano i nostri bambini e che ho sentito continuerà e si allargherà, diventi un esempio per tutte le istituzioni a livello politico ed amministrativo”. Infatti, “nelle nostre parrocchie constatiamo una grandissima crisi nel mondo del lavoro, la disoccupazione e il disagio crescono”. Per questo “auspichiamo che il vostro esempio sia ampliato e pubblicizzato e che i mezzi di comunicazione aiutino a diffondere il bene e non solo il limite, il male e i difetti che pure ci sono”. “Da alcuni anni con Ansaldo Energia, abbiamo avviato una tradizione: aiutare alcune associazioni e istituzioni meritevoli”, ha detto Ugo Salerno, oresidente e ad del Rina. “Siamo particolarmente lieti che Rina e Ansaldo Energia abbiano deciso di unire le forze per realizzare qualcosa di importante che rimanga sul territorio a beneficio della nostra comunità”, ha aggiunto Andrea Del Chicca, direttore delle risorse umane e organizzazione di Ansaldo Energia. “Ansaldo Energia e Rina hanno scelto di aiutare concretamente l’Istituto a fare la differenza nella cura dei bambini” e per questo “sono un esempio tangibile della vicinanza della città al suo ospedale pediatrico”, ha sostenuto Pietro Pongiglione, presidente dell’Istituto Giannina Gaslini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori