Papa ad Avvenire: Bernardini (Tavola valdese), “sono storie di fraternità fondamentali anche per l’esercizio del suo ministero”

“Queste storie personali di fraternità sono fondamentali anche per l’esercizio del ministero e anche nella prospettiva che si dà al ministero”. È un Papa che piace anche ai valdesi e ad affermarlo è Massimo Bernardini, moderatore della Tavola valdese, che un anno fa, al tempio di Torino, accolse papa Francesco. “Non è tanto l’aver intrapreso strade nuove che caratterizza questo pontificato – dice il pastore – ma il dare maggiore forza a un cammino che noi stiamo già percorrendo. Quando è venuto a Torino, io ho ricordato a tutti che quella visita era il frutto di un cammino che aveva lunghi anni alle spalle, che aveva già ottenuto dei grandi risultati. Però nei cammini ci sono momenti topici che danno ulteriore spinta e talvolta determinano anche una svolta. Credo che anche la sua presenza a Lund abbia fatto parte di una storia già iniziata, però, con questa forza nuova di fiducia, di fraternità e di speranza di cui il cristianesimo soprattutto occidentale ha tantissimo bisogno. Quando Gesù chiama i suoi discepoli, dice loro: vieni e seguimi. Questo è il punto. Il cristianesimo soffre troppo di teoria, di acquisizioni mentali e poco di pratica. Invece Gesù ci dice: vieni e seguimi, e la sequela di Gesù è fatta di atti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori