Cittadinanza: verso il secondo Forum nazionale di etica civile, sabato 8 ottobre a Padova il primo appuntamento

A tre anni di distanza dal primo appuntamento con il Forum nazionale di etica civile, il cammino prosegue e vede coinvolti, accanto alla Fondazione Lanza, altre importanti realtà: Aggiornamenti Sociali, Associazioni Cercasi un fine, Associazione Incontri, Centro Studi Bruno Longo, Focsiv, Il Regno e Istituto Pedro Arrupe. In questi anni si è intessuta una rete di contatti e di dinamiche che insieme promuovono ora il secondo Forum nazionale di etica civile, che si terrà a Milano l’1 e 2 aprile 2017 (nella sede di Aggiornamenti Sociali presso la Fondazione Culturale San Fedele), sul tema “Etica civile: cittadinanza… e oltre?”. Per preparare il Forum sono stati pensati e organizzati quattro seminari distribuiti nel territorio nazionale che approfondiranno alcune tematiche specifiche: ambiente, comunicazione, religione e politica, declinate nell’impegno civile e nelle buone pratiche già esistenti. In ciascun seminario convergono una serie di proposte e iniziative esistenti nel territorio italiano frutto della risposta al call for paper lanciato dagli enti promotori lo scorso febbraio: hanno risposto 120 soggetti con oltre 90 proposte di contributo. I quattro seminari si terranno rispettivamente a Padova (8 ottobre, Per una nuova cittadinanza ecologica. Economia, ambiente e impegno civile); Palermo (24 ottobre, Comunicazione ed Educazione); Firenze (12 novembre, Religione/religioni) e Bari (26 novembre, Ritrovare la politica). Frutto di questi incontri sarà l’elaborazione di un documento, espressione di una pluralità di voci, da presentare al secondo Forum nazionale di etica civile. Il Forum e il processo partecipato di preparazione, si legge, perseguono un duplice obiettivo: portare un contributo alla definizione di alcune linee di riferimento per una rinnovata etica civile, in ambiti strategici come la cittadinanza, la politica, l’economia, l’ambiente, la comunicazione, l’educazione, le religioni; dare visibilità e valorizzare esperienze e pratiche che favoriscano la positiva interazione tra i cittadini, contribuendo alla costruzione di processi di convivenza in cui trovi espressione la costitutiva dimensione sociale di ogni comunità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori