Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cardinale Schönborn: “L’Anno santo è un tempo per andare alla scuola di Gesù”

Il vescovo di Gurk-Klagenfurt, monsignor Alois Schwarz, ha aperto ieri mattina la porta in acciaio simboleggiante un pellegrino orante realizzata davanti al portale nord della cattedrale di Klagenfurt: la porta sarà utilizzata come ingresso principale durante tutto l’Anno santo. Per Schwarz la Porta santa “è un segno visibile e limpido di Gesù Cristo che va fuori nel mondo e invita tutti gli estranei ad entrare in Chiesa”. Il vescovo ha ringraziato “tutti coloro che stanno offrendo la loro casa per accogliere i rifugiati o le persone anziane, i malati e i bisognosi”. L’arcivescovo di Vienna, il cardinale Christoph Schönborn, ha invece aperto sabato sera la Porta santa della cattedrale di Santo Stefano di Vienna: il portone centrale è stato illuminato in maniera particolare per dar risalto alle forme e solennizzare il passaggio dei fedeli: “L’Anno santo è un tempo per andare alla scuola di Gesù, per imparare da lui la misericordia”, ha detto il cardinale che ha ricordato la parabola della pecorella smarrita: “Il pastore congeda le 99 pecore per cercare l’unica smarrita per dar seguito alla promessa di salvezza”. La cattedrale di San Giorgio a Wiener Neudstadt è la sede dell’ordinariato militare: qui l’ordinario monsignor Werner Freistetter ha attraversato un cancello militare con casamatta, simbolo dell’impegno dell’esercito austriaco per la protezione degli ultimi.

© Riproduzione Riservata
Europa