Papa Francesco: monsignor Roberto Filippini è il nuovo vescovo di Pescia

Monsignor Roberto Filippini, dell’arcidiocesi di Pisa, finora docente, padre spirituale del Seminario dell’arcidiocesi e cappellano del carcere di Pisa, è il nuovo vescovo di Pescia. Lo ha nominato oggi Papa Francesco. La sala stampa vaticana dando notizia della nomina riporta anche alcune note biografiche di mons. Filippini: è nato a Vinci (Firenze) il 6 giugno 1948. Ha compiuto gli studi nel Seminario arcivescovile di Pisa; è stato inviato a completare gli studi teologici all’Almo Collegio Capranica, frequentando la Pontificia Università Gregoriana e il Pontificio Istituto Biblico, conseguendo la licenza sia in Teologia sia in Sacra Scrittura. È stato ordinato sacerdote il 14 aprile 1973, incardinandosi nell’arcidiocesi di Pisa. Nel suo ministero sacerdotale ha svolto i seguenti incarichi: vicario parrocchiale nella parrocchia di S. Ermete a Forte dei marmi dal 1975 al 1978 e contemporaneamente ha iniziato a insegnare nel Seminario di Pisa; parroco a Calignola dal 1978 al 1984. Nel 1984 è stato nominato parroco della parrocchia di S. Sepolcro a Pisa e nel 1997 parroco della contigua parrocchia di San Martino. Nel 1996 è stato nominato vicario foraneo del Vicariato cittadino di San Martino e preside dello Studio teologico interdiocesano di Camaiore (Lucca). Dal 1999 al settembre 2015 è stato rettore del Seminario arcivescovile “Santa Caterina”, in Pisa. Dal settembre 2015 è padre spirituale del medesimo Seminario arcivescovile. Dal 1999 ad oggi è cappellano del carcere di Pisa; docente di teologia fondamentale e di Sacra Scrittura presso l’Istituto superiore di scienze religiose “Beato Nicolò Stenone” di Pisa e presso la Scuola di formazione teologica; è delegato arcivescovile per l’ecumenismo, direttore della Biblioteca Cathariniana del Seminario e direttore dell’Istituto superiore di scienze religiose “B. N. Stenone”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori