“Patto delle catacombe”: al via a Roma gli eventi per i 50 anni

Una settimana piena di eventi, organizzati da diversi soggetti, per celebrare e rinnovare il 50° anniversario del “Patto delle catacombe”,  il documento che firmarono il 16 novembre 1965, nelle catacombe di Domitilla, una quarantina di vescovi durante il Concilio Vaticano II, per sancire il loro impegno per “una Chiesa povera e per i poveri”. Domani 11 novembre, alle 19 a Roma (Casa La Salle, via Aurelia 472), prende il via il convegno organizzato, tra gli altri, dagli organismi tedeschi Institut für theologie und politik e Pro-Konzil, con un confronto tra i teologi Michael Ramminger e Norbertz Arntz e il vaticanista Marco Politi.  Il giorno dopo, 12 novembre, si terrà alle 11.30, nella sede di Radio Vaticana, la conferenza stampa di presentazione del seminario organizzato dalla Pontificia Università Urbaniana sabato 14 novembre. Alla conferenza stampa interverranno monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea e tra i firmatari del “Patto”, monsignor Erwin Kräutler, vescovo di Xingu in Brasile e Heinz Kuluke, superiore generale della Società del Verbo Divino. Lo stesso giorno, alle 20 a Casa La Salle, il vescovo Kräutler, che ha collaborato alla stesura dell’enciclica di Papa Francesco “Laudato si'”, parlerà della “Chiesa dei poveri” e dell'”impegno per la casa comune”.

Domenica 15 novembre, alle 20, si terrà una conversazione tra il vescovo Bettazzi e il teologo brasiliano Alberto da Silva Moreira. Venerdì 13, alle 10, è prevista una tavola rotonda con il gesuita Seemanpillai Joseph Emmanuel, presidente del Global Tamil Forum dello Sri Lanka, la teologa svizzera Maria Klemm e il teologo colombiano Fernando Torres Millan. Domenica 15 novembre, alle 16.30, un’altra tavola rotonda con il teologo messicano José Guadalupe Sanchez Suarez, la teologa tedesca Julia Lis e il teologo musulmano Kacem Gharbi, dalla Tunisia. Gli appuntamenti comuni sono domenica 15 novembre all’Angelus del Papa e lunedì 16 novembre, alle 10.30, per la messa solenne nelle catacombe di Domitilla (via delle Sette Chiese, 280/282) presieduta dal gesuita Jon Sobrino, uno dei principali leader della teologia della liberazione (che interverrà anche al convegno del 14 novembre alla Pontificia Università Urbaniana), il vescovo Bettazzi e Norbert Arntz. L’omelia sarà pronunciata da Sobrino, che parlerà del significato odierno del martirio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa