DIOCESI: CALTAGIRONE, IL VESCOVO SCRIVE A RENZI E A CROCETTA

"La crisi in corso non si risolverà a breve, né si possono attendere soluzioni miracolistiche: alcune opportunità tuttavia non possono essere disattese e lasciate in balia di proclami elettoralistici". Lo scrive, in una lettera aperta al premier Matteo Renzi e al governatore della Sicilia Rosario Crocetta, il vescovo di Caltagirone, monsignor Calogero Peri, esortandoli a "partire dagli ultimi". "Non è possibile lasciare da soli i Comuni nell’affrontare le tante e complesse emergenze – osserva mons. Peri – anziani, disabili fisici e psichici, minori sottoposti a provvedimenti del Tribunale, minori stranieri non accompagnati, nuclei familiari in difficoltà, stranieri che vagano per le nostre città alla ricerca di tutto. Alle competenze dei servizi in capo agli Enti locali occorre affiancare investimenti che consentano di pianificare e progettare politiche sociali non di tipo assistenziale, ma di promozione della persona, d’inclusione e di recupero". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio