REPUBBLICA CECA: APPROVAZIONE LEGGE SU COMPOSIZIONE PATRIMONIALE STATO E CHIESE” “” “

(Sir Europa – Bratislava) – Il Parlamento della Repubblica Ceca ha approvato in via definitiva, il 7 novembre, la legge sulla composizione patrimoniale tra Stato e Chiese con 102 voti. L’unica fase che resta ora da compiere è l’acquisizione della firma del presidente Václau Klaus. "È una buona notizia per tutti noi", afferma il segretario generale della Conferenza episcopale della Repubblica Ceca, mons. Tomás Holub. "Per città grandi e piccole, in quanto permetterà loro di continuare a crescere. Per coloro che utilizzano i servizi sociali e le istituzioni formative gestite dalla Chiesa, in quanto resteranno disponibili a pieno regime. Per le Chiese, in quanto potranno utilizzare le proprie risorse finanziarie per l’adempimento della propria missione nella società: l’annuncio del messaggio di gioia sul senso e il valore di ogni individuo, e per aiutare i bisognosi", continua mons. Holub, esprimendo la convinzione che le azioni e i passi concreti delle rispettive parrocchie, comunità religiose e diocesi dimostreranno chiaramente tutto questo nella pratica. L’importo totale da restituire alla Chiesa cattolica è pari a 134 miliardi di Czk (5,36 miliardi di euro). L’importo sarà suddiviso in due parti: 75 miliardi di Czk saranno restituiti sotto forma patrimoniale, mentre 59 miliardi saranno risarciti alle Chiese e alle associazioni religiose in forma finanziaria nell’arco di 30 anni.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio