Giornata salute mentale. Don Angelelli (Cei): il 13 ottobre open day per cento strutture cattoliche

“Nel contesto sociale che stiamo vivendo la disabilità sembra dover essere negata, nascosta. Vengono esaltati modelli, a livello sociale, di qualità, perfezione di vita. Invece, la vita delle persone è plurima, diversa e semplicemente la diversità rappresenta una dimensione del creato”. Lo dice al Sir don Massimo Angelelli, direttore dell’Ufficio nazionale di pastorale della Salute della Cei, in riferimento alla Giornata mondiale della salute mentale, che ricorre il prossimo 10 ottobre. Per l’occasione “abbiamo deciso di aprire le strutture cattoliche di ispirazione cristiana per un grande open day nazionale”. “Sabato 13 ottobre, oltre cento strutture cattoliche apriranno le loro porte per farsi conoscere, per raccontare i loro percorsi di cura, per raccontare in che modo accolgono i loro ospiti e quanto bene riescono a fare per tante famiglie e tante persone con disabilità”. Il direttore dell’Ufficio Cei annuncia che si tratta di “una scelta precisa che va contro l’idea di segregazione, che vuole combattere l’idea di isolamento” per “ridare piena dignità e piena cittadinanza a queste persone”. L’elenco e le caratteristiche delle strutture coinvolte nell’iniziativa si possono trovare sul sito www.accolti.it, dove sono stati pubblicati anche i programmi e gli orari di accesso. Quindi, “è un invito a conoscere meglio il mondo della riabilitazione, della disabilità e tutte le strutture che in Italia svolgono questo servizio”.

Altri articoli in Italia

Italia