Parma capitale della cultura 2020: non sia una serie di eventi spot

Lavoro di squadra che ha coinvolto non solo le diverse componenti “parmigiane”, ma ha stretto alleanza anche con le vicine città emiliane, Reggio Emilia e Piacenza, anch’esse tra le finaliste. Toni di festa, ma senza eccessi, come si conviene quando il successo raggiunto mette nuovamente in gioco e, quasi, alla prova

Ero anch’io tra quelli che davanti al computer ascoltavano in diretta streaming il verdetto della designazione della capitale della cultura 2020. Un riconoscimento sospirato (eravamo già arrivati tra le finaliste!); ad essere premiato il lavoro di squadra (quando Parma vuole, sa farlo egregiamente!) che ha saputo valorizzare un percorso, in un qualche modo già tracciato dalle evidenti potenzialità artistiche e culturali della città.

Lavoro di squadra che ha coinvolto non solo le diverse componenti “parmigiane”, ma ha stretto alleanza anche con le vicine città emiliane, Reggio Emilia e Piacenza, anch’esse tra le finaliste. Toni di festa, ma senza eccessi, come si conviene quando il successo raggiunto mette nuovamente in gioco e, quasi, alla prova. Come a dire:

il bello viene adesso!

Nello stesso giorno, uscendo dal Vescovado, dove ha sede la redazione di “Vita Nuova”, mi sono imbattuta in alcuni turisti, che ammiravano la bellezza della piazza. Ci siamo scambiati alcune battute, tra il faceto e il serio, passando dai Farnese al ducato. Quasi a dimostrazione di un oggi ancora glorioso, ho accennato al verdetto di Parma capitale. Immediato il commento: forse è per quello che ci sono in giro tante pattuglie?

Il discorso sull’oggi si è allora fatto serio: episodi recenti di vandalismo, di “baby gang”, nelle vie del centro, rendono necessario anche questo presidio. Un compito, imprescindibile anche questo, se non vogliamo ridurre la cultura ad una serie di eventi spot. Raccogliere la parola dello spartito musicale, come della pietra levigata, ma anche accogliere le domande e l’appello che ci vengono dalle persone che oggi abitano e fanno la città. Per essere capitale non di se stessa.

(*) direttrice “Vita Nuova” (Parma)

Altri articoli in Italia

Italia